Cronache di ordinarie giornate di pesca

giovedì 25 agosto 2016

Tonni Rossi da riva su Pesca Spinning

Sicuramente la maggior parte di voi ne è già a conoscenza, ma in edicola adesso sulla rivista Pesca Spinning potete trovare un mio articolo dove si approfondisce l'argomento tonni rossi da riva, cosa comporta e come significa affrontare un gigante del mare restando con i piedi per terra. Sono due anni che ho a che fare con questi pesci e alla fine mi sono deciso a mettere le mie esperienze su carta.


Si, lo so cosa vi state chiedendo, e il report sul blogghe dove è ??
Non c'è e non ci sarà, e il motivo è semplice. Ho scelto come linea del blog di scrive report solo di giornate singole che prevedono catture, scelte tattiche improvvisate in giornata e possibilmente onde e passeggiate in scogliera. Qui tutto questo non c'è, e scrivere di stressanti combattimenti di oltre un'ora, visto che la pesca a questi pesci è abbastanza statica e banale, non mi va, non lo trovo ne interessante ne stimolante. Quindi, fino a che non capiterà una giornata a tonni dinamica e ricca di sorprese, niente report. Per adesso solo chiacchiere tecniche su rivista. 
Buona lettura !

giovedì 19 maggio 2016

Frenesia tra rocce e muco

Ore 5:20, la sveglia suona.
Durante la notte la tenda mi è crollata addosso, forti raffiche dovute ad una perturbazione lontana hanno allentato i tiranti.
Non ho sentito una mazza e mi sveglio confuso avvolto dal telo come un insaccato.



I fulmini in lontananza mi fanno sperare in una mattinata ricca di attività, e barcollante con la mia attrezzatura mi dirigo verso la postazione.

lunedì 7 marzo 2016

Le false mareggiate che rendono

In questo inverno dove dominano la noia e l'apatia arriva un segnale dalle previsioni meteo che risveglia il mio istinto predatorio: una perturbazione lunga ed a lenta crescita da manuale, assolutamente da non perdere!
La voglia è talmente tanta che poco dopo l'alba e in anticipo sulla mareggiata sono già in scogliera, armato fino ai denti e pronto ad ogni evenienza. Non mi fido delle previsioni e temo che il mare a salire ci metta più del previsto come spesso capita, quindi per sicurezza mi porto qualche minnow sotto i 100mm e terminali del 0,31 scelta che in seguito si rivelerà la chiave di svolta della giornata.


Inizio lanciando dalla prima punta esposta al vento e con un minimo di frangenza che trovo ed è subito strike con una bella occhiata.

sabato 7 novembre 2015

One-Morning-Report

Proviamo di nuovo.
Altro report pensato in anticipo sulla pescata.
Questa volta faccio un po' il furbo, la stagione è molto produttiva e non sto cappottando, quindi mi riesce facile programmare un report su un'uscita futura... Ma la pesca è sempre piena di incognite e imprevisti, quindi non si sa mai e il rischio di ritrovarmi a fare un post senza pesci è sempre dietro l'angolo.
Ma partiamo dalla lettura del meteo.
Mi affido ad un noto sito-trappola toscano, noto gruppo di paraculi che, sbagliando costantemente le previsioni a 24 ore, aggiornano con il meteo esatto solo all'ultimo momento, dirottando chi va per mare verso tempeste tropicali o venti contrari, senza neanche la decenza di scusarsi. Per farla breve, viene segnalato mare mosso, vento e possibilità di piogge per la prima parte della mattinata e di conseguenza mi adatto a tutto ciò, programmando la partenza lontano dall'alba. Il giorno dopo però non trovo nulla di tutto questo, ma bel tempo, un po' di onda di risacca e solo una brezzettina neanche lontanamente fastidiosa. Praticamente per dare retta alle previsioni mi sono perso un cambio di luce, ore di pesca, tanta goduria e diversi kg di carne da sottolizzare.
Maledizione.
Vabbè.
Perdonate lo sfogo.
Andiamo avanti, andiamo a pesca.

martedì 15 settembre 2015

One-Night-Report

Per tenere vivo il blog ho deciso di fare qualcosa di diverso, andare a pesca già con l'idea di scriverci un report, senza la minima idea di quello che succederà e con tutte le incertezze di punteggiatura del caso. Come ai vecchi (ormai vecchissimi) tempi mi terrò la macchina fotografica sempre a tiro per fotografare qualunque dettaglio possa ricordare al meglio la giornata.

Bene allora, vediamo che ne esce fuori... preso atto che non ci sarà la minima instabilità meteorologica e che farà un caldo cane, decido di andare a passare una nottata in scogliera, includendo ovviamente tramonto e alba.

Arrivo sullo spot dopo la solita camminata massacra articolazioni, tutto sudato e puzzolente, con la sola voglia di farmi la cena e dormire, ma ormai ci sono, non posso tirarmi indietro... e poi che cavolo scriverei sul blog ?

Prima di iniziare mi guardo un po' intorno... boa da tramaglio a 30 metri e altre due nei dintorni, segno che sicuramente ho la punta circondata, luna piena e assenza di correnti. Ottimo direi, se cappotto ho una marea di scuse per giustificare il mio fallimento.